I contesti tombali, preziosa fonte di informazioni per gli archeologi, contengono in qualche misura una rappresentazione della società che li ha prodotti. Nei corredi funerari di età romana la lucerna, simbolo di vita, è spesso presente; inornata o decorata, a uno o più beccucci, ha sempre una funzione simbolica: scoprirla sarà un pretesto per parlare di altri vivacissimi aspetti della vita quotidiana degli antichi romani.
Attraverso una visita guidata agli oggetti di corredo esposti alla mostra “Abitavano fuori porta. Gente della Piacenza romana” seguita da una presentazione multimediale, ai partecipanti verranno illustrati i principali rituali funebri di età romana. In laboratorio, poi, ognuno realizzerà una lucerna in argilla sperimentando l’antica tecnica dello stampo a matrice.

.

L’attività si svolge in collaborazione con i Musei Civici di Palazzo Farnese

.

Periodo: ottobre / maggio

Sede di svolgimento: Museo archeologico e aula didattica di Palazzo Farnese o direttamente nelle sedi scolastiche

Durata: 2 h circa

Costo: Per l’attività è richiesto il contributo di 1€ a partecipante (tranne alunni certificati). Per chi aderisce dopo l’esaurimento dei posti, per le scuole che non fanno parte della provincia di Piacenza e per chi preferisce ricevere la lezione con laboratorio direttamente in classe, l’attività ha un costo di €85 a classe/€150 per due classi consecutive (scuole nella città di Piacenza) € 90 a classe / €160 per due classi consecutive (scuole nella provincia di Piacenza o nelle provincie limitrofe)

Numero max partecipanti:
in Museo: 30;
in classe: l’esperienza può essere seguita da una classe per volta. Se aderiscono due classi consecutive nella stessa mattina o nello stesso pomeriggio si limitano i costi

Materiali richiesti:
in Museo: nessuno;
in classe: l’archeologo che terrà la lezione verrà in classe già munito di videoproiettore e computer, ma per poter proiettare le immagini avrà bisogno di una porzione di muro libera da poster o scritte e della possibilità di oscurare le finestre